Questo script serve a gestire i cookies
 
» Home Page » LUNEDÌ 29 E MARTEDÌ 30 APRILE 2019 - LABIRINTI SONORI II CON ACHIM BORNHOEFT

NEWS
« back
LUNEDÌ 29 E MARTEDÌ 30 APRILE 2019 - LABIRINTI SONORI II CON ACHIM BORNHOEFT

LABIRINTI SONORI II 

Con Achim Bornhoeft


Ciclo di seminari internazionali sul rapporto fra creatività e nuove tecnologie

Lunedì 29 e Martedì 30 aprile 2019

– Parma, Casa del Suono e San Giovanni Evangelista –

Conferenze e concerti sono a ingresso libero

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito

 

In collaborazione con

Comune di Parma - Casa della Musica

Università di Parma - Dipartimento di Ingegneria Industriale

Accademia Organistica di Parma 

 

 

Calendario:

- Lunedì 29 aprile 2019 dalle 10:00 alle 11:50 e dalle 13:00 alle 15:00 e dalle 16:00 alle 17:30, Casa del Suono e San Giovanni Evangelista

- Martedì 30 aprile 2019 dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 18:00, Casa del Suono di Parma 


Labirinti Sonori è un progetto internazionale che nasce dalla collaborazione fra diverse istituzioni di Parma: il Conservatorio "A. Boito”, il Comune (Casa della Musica) e l’Università degli Studi (Dipartimento di Ingegneria Industriale.) In esso si propongono conferenze, masterclass, seminari, concerti e attività pedagogiche tenute da esperti e docenti nazionali e internazionali il cui centro di gravità è la relazione fra la ricerca sul suono, la creazione musicale e le nuove tecnologie. Sebbene tutte le attività previste siano rivolte agli studenti del conservatorio, molte di esse sono aperte al pubblico.

Analogamente agli anni precedenti, la quinta edizione di Labirinti Sonori concede spazio e importanza significativi alla creazione musicale del nostro tempo e include opere di compositori affermati e brani appositamente creati per le strutture e sistemi di diffusione della Casa del Suono e della Casa della Musica.

Successivamente agli eventi del 29 e 30 marzo 2019, nei quali abbiamo avuto come ospiti i compositori/ricercatori Anne Sèdes, Alain Bonardi ed Eric Maestri del CICM (Centre de recherche Informatique et Création Musicale dell’Università Paris VIII), i prossimi appuntamenti sono in programma il 29 e 30 aprile 2019 alla Casa del Suono. Rinnoviamo dunque la nostra proposta di masterclass, conferenze e laboratori proponendo inoltre un concerto monografico con opere acusmatiche in prima esecuzione italiana di un nostro ospite ormai abituale: il compositore tedesco Achim Bornhoeft, Direttore dell’Istituto per la Musica Nuova, dello Studio di Musica Elettronica e titolare della cattedra di Composizione Elettroacustica del Mozarteum di Salisburgo. Durante il concerto si potranno ascoltare diverse sue opere, sia in versione originale (mono o stereo) che in versioni spazializzate dagli studenti del Master in Nuove Tecnologie e Composizione Musicale - nato dalla in collaborazione fra il Conservatorio Arrigo Boito, l’Università degli Studi e la Casa della Musica di Parma - nonché dagli studenti della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio “Arrigo Boito”.
Oltre alle conferenze tenute dal nostro ospite, il Prof. Angelo Farina dell’Università di Parma offrirà una conferenza sui sistemi e tecnologie presenti alla Casa del Suono, a cui si affiancano due conferenze aggiuntive: una di Simone Campanini (Università di Parma) e un’altra di Lorenzo Donadei (Biennio di Composizione Elettroacustica, Conservatorio “Arrigo Boito”) in cui sarà introdotta l’applicazione e uso del software WFSCollider e di altri programmi utilizzati per la spazializzazione del suono nei sistemi Ambisonics e di Wave Field Synthesis. Durante tali eventi è prevista l’interazione con il Prof. Bornhoeft, per questo motivo tutte le conferenze si terranno in lingua inglese.
Infine, grazie alla collaborazione con l’Accademia Organistica di Parma, è prevista una visita e sessione sperimentale di controllo via computer da parte degli allievi della Scuola di Composizione Elettroacustica del Conservatorio “Arrigo Boito” - sotto la guida dei Prof. Javier Torres Maldonado e Achim Bornhoeft - dell’organo monumentale del Monastero di San Giovanni Evangelista di Parma.

 

Programma: 

 

Lunedì 29 aprile 2019

Casa del Suono, Sala Bianca

10,00 - 11,50 MASTERCLASS Opus Modus and Computer Assisted Composition (In lingua inglese), Prof. Achim Bornhoeft (Direttore dell’Istituto per la Musica Nuova e dello Studio di Musica Elettronica nonché titolare della cattedra di composizione elettroacustica del Mozarteum di Salisburgo.) 

Organo Monumentale del Monastero di San Giovanni Evangelista

13,00 – 15,00 Visita all’organo della chiesa del Monastero di San Giovanni Evangelista e sessione sperimentale di controllo via computer dello stesso, classi di Composizione Elettroacustica e Master in Tecnologie del Suono e Composizione Musicale.

Attività rivolta esclusivamente agli allievi del conservatorio. Per iscrizioni esterne si prega di contattare il Prof. Javier Torres Maldonado.( javier.maldonado[at]conservatorio.pr.it ) 

Casa del Suono, Sala Bianca

16,00 – 17,30 CONFERENZA The Wave Field Synthesis and Ambisonics systems of the Casa del Suono. Prof. Angelo Farina (Università degli Studi di Parma. In lingua inglese.)

 

 

Martedì 30 aprile 2019

Casa del Suono

10,10 - 10,40 CONFERENZA WFSCollider and spatialization techniques applied to musical creation , conferenza di Lorenzo Donadei (biennio di Musica Elettronica, Conservatorio di Parma) 

10,50 - 11,50 CONFERENZA di Simone Campanini (Università degli Studi di Parma): Introduction to the sound diffusion systems of the Casa del Suono 

12,15 INSTALLAZIONE SONORA: “Spuni cuni fait“ (loop multimediale fisso a 4 canali, 35 min.)

Da “Kastenfrey” (2014), in collaborazione con Marco Döttlinger. 

17,00 ore CONCERTO MONOGRAFICO: OPERE ACUSMATICHE E VIDEO DI ACHIM BORNHOEFT

Più dettagli 

 

Achim Christian Bornhoeft (1966, Essen, Germania). Dal 1984  al 1986 ha studiato composizione e teoria musicale con il Prof. Gerhard Lisken e insieme pianoforte con Heidi Kommerell. Nel 1986, al termine della sua istruzione scolastica ha vinto il primo premio nel Forum dei Giovani Compositori Tedeschi. Nel 1988 ha iniziato gli studi di composizione strumentale sotto la guida di Nicolaus A. Huber e di musica elettronica con Dirk Reith alla Folkwang University of Arts di Essen, completandoli nel 1994. Nel 1990 ha ricevuto il primo premio in composizione organizzato dalla Cooperativa Neue Musik e il premio Felix Mendelsohn Bartholdy per il suo quartetto d’archi Nächte zwischen den Gezeiten. Nel 1991 ha vinto il primo premio della National Competition of German Music Academies con la sua composizione Ambito, per “corno francese solo” e nel 1993 ha ricevuto il premio della Folkwang University of Arts di Essen. Fino al 1996 Achim Bornhoeft ha lavorato con i coreografi Olimpia Scardi (Cabotina), Stefan Hilterhaus (Floot e invar) e Wanda Golonka (Gegnung). Le loro produzioni sono state rappresentate in diversi teatri tedeschi ed europei. Dopo essersi laureato in composizione ha ricevuto la borsa DAAD per studiare presso il Computer Center for Research in Music and Acoustics (CCRMA) della Stanford University. Fra il 1996 e il 2005 è stato professore presso la Folkwang Academy e le università di Duisburg e Tuebingen. Nel 1998 ha ricevuto la borsa annuale per compositori della Heinrich-Strobel-Stiftung e ha creato diverse coreografie complete (Lumen B, Ellis Is., Thin as paindi) con la sua compagnia di danza. Nel 2001 è stato “artist in residence” allo ZKM di Karlsruhe. Ha fondato la casa editoriale musicale SUMTONE insieme ai compositori Michael Edwards e Ludger Bruemmer.  Nel 2003 in Germania ha ottenuto, come artista visivo, la borsa Arts Fellowship del Mummelsee per la sua scultura sonora Orplid und Schilf. Le sue composizioni sono state eseguite in festival internazionali come Donaueschingen Festival, Ultrasound Festival (Berlino), Daegu International Music Festival (Korea), Dialogues Festival (Salisburgo), Klangspruen Schwaz. Conferenze e concerti lo hanno portato in Mongolia (Roaeing Hoofa Festival, Ulaanbaatar), in Kyrgyzstan (Silk Sound Road Festival, Bishkek), Vietnam e Indonesia (Cracking Bamboo, Hanoi/Bandung) e Ucraina (2 Days & 2 Nigths, Odessa). Dal 2005 al 2006 ha lavorato al Institute of Musicology all’università di Tubinga, Eberhard Karls, assumendo nel 2007, la gestione del progetto “Jugend Komponiert”, un workshop per giovani compositori organizzato da Landesmusikrat Baden-Wuerttemberg. Dal 2006 è titolare della cattedra di Composizione Elettroacustica nonché direttore dello Studio for Electronic Music (SEM) del Mozarteum di Salisburgo, dove, nel 2012, è stato anche abilitato in composizione. Incarichi di insegnamento lo hanno portato alle università di Riga, Parma, Lisbona, Salamanca e Seul. Nel 2015 è stato nominato professore e capo del Institute for New Music (INM) del Mozarteum.


La Casa della Musica Comune di Parma CNIT Fondazione Cariparma Università di Parma